Bugie semplici

 

E’ tempo di carnevale, non potevamo non mettere una semplice ricetta per il dolce tipico per questo periodo di festa. Le bugie o chiacchiere o galani o frappe, a seconda della regione di provenienza, sono un tipico dolce croccante ideale per le feste e i ritrovi con gli amici. Sono caratterizzate da ritagli di pasta dolce  che vengono fritti e cosparsi di zucchero a velo.

Attrezzi:

  • Spianatoia
  • Ciotola
  • Cucchiaio
  • Mattarello
  • Bilancia
  • Rorella o coltello
  • Pentolino per frittura
  • Piatti
  • Carta paglia o asorbente
  • Pellicola trasparente
  • Colino o setaccio per lo zucchero a velo

Ingredienti:

  • Farina 00                   500 g
  • Uova intere                 2
  • Zucchero                    70-80 g
  • Sale                              1 pizzico
  • Succo di un limone
  • Mezzo bicchiere di acquavite/grappa/acqua
  • Lievito vanigliato    mezza busta (8 g)
  • Burro                            80 g
  • Olio di semi
  • Zucchero a velo

Tempi:

  • Per la preparazione        20-25′
  • Per il riposo della pasta   1 ora
  • Per la cottura                      10′

Modalità:

In una ciotola versare gli ingredienti solidi (farina, lievito vanigliato, sale) e mescolare. Versare le uova intere, il burro (precedentemente fuso), il succo di limone e il mezzo bicchiere di acqua (o altri liquidi scelti). Mescolare ed impastare abbondantemente fino ad ottenere una palla liscia, abbastanza compatta e lavorabile. Qualora fosse asciutto l’impasto aggiungere liquidi (senza esagerare). Coprire con della pellicola e porre in frigo per almeno un’ora. Estrarre dal frigo, tagliare l’impasto in 4 porzioni, creare la sfoglia alta circa 1 mm. Utilizzando la rotella o il coltello fare dei ritagli a forma quadrata, rettangolare, romboidale (badando di praticare un taglio in centro) e friggere in abbondante olio bollente in un pentolino. La cottura è molto rapida, estrarre dall’olio non appena si vedrà la pasta dorata. Porre su un piatto ricoperto di carta assorbente e gustare ancora tiepide non appena risultino asciutte e dopo un’abbondante nevicata di zucchero a velo.

4 pensieri su “Bugie semplici

  1. Vorrei poter avere in prestito il cappello del cuoco, tenendo la testa al caldo magari………anch’io riesco a fare le bugie semplici…..però per quando torno dall’Etiopia vorrei poter assaggiare quelle con la nutella………

  2. “guarda che roba, guarda che roba……mmm queste ricette su lievitando.com sono ineguagliabili!!!!” E bravo cuoco, e bel caplin!!!!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>